La nostra città 2009-2014

REGGIO EMILIAI risultati e le azioni, gli edifici e le persone, i metri cubi e i Megabyte della nostra Reggio Emilia: come eravamo e come siamo oggi nella cura del territorio, nella mobilità, nel verde, nell’energia, nell’acqua pubblica, nell’educazione, nel welfare, nell’offerta culturale, nello sport, nella innovazione, nella partecipazione e molto altro ancora.

Reggio Emilia sostenibile

Alcuni risultati della città di Reggio Emilia dal 2004 al 2012 sui temi della sostenibilità, raccolta differenziata rifiuti, risparmio idrico, acqua pubblica, mezzi elettrici, abbattimento emissioni di anidride carbonica.

Mobilità sostenibile a Reggio Emilia 2004-2012

Delrio in biciclettaI cambiamenti ed i progressi nella mobilità sostenibile a Reggio Emilia dal 2004 al 2012: piste ciclabili, zone 30 Km/h, bike sharing, Bicibus.

Lettera alla nostra città

Graziano Delrio Sindaco di Reggio Emilia_bicicletta

Care cittadine e e cittadini,
è un grande onore e responsabilità quella alla quale sono stato chiamato improvvisamente dal Presidente della Repubblica e dal Presidente Letta, per far nascere un governo di servizio in un momento eccezionale della nostra vita repubblicana. Non potevo sottrarmi perché credo che in un momento così grave la politica debba innanzitutto almeno provare a dare risposte alla sofferenza delle famiglie e delle imprese.
Avremmo voluto farlo in una condizione di dialettica democratica diversa, sia noi che veniamo dal centrosinistra sia coloro provenienti dal centrodestra, ma il risultato e lo stallo post elettorale non ce lo hanno consentito. Ora proviamo a fare bene le cose che sappiamo fare. Credo che la mia chiamata sia anche un riconoscimento alla nostra città e a tutte le città, le province e le regioni italiane. Il riconoscere che dal territorio e dalla buona amministrazione rinasce una speranza per il paese.

Ministro per gli Affari regionali e le autonomie. Sono onorato.

napolitano delrio 2012
“Sono onorato di fare parte di questo governo di servizio per il Paese come Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie.
Ho accettato l’incarico assegnatomi dal presidente del Consiglio Enrico Letta e dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per portare avanti la valorizzazione del lavoro delle città, per dare compimento alla riforma federale del Paese, un federalismo lontano dai tagli lineari e vicino alle amministrazioni più virtuose, che arrivi al superamento del Patto di stabilità, e per una attuazione del principio di sussidiarietà costituzionale.”

“Sono orgoglioso di essere sindaco di Reggio Emilia, sono onorato di essere Ministro di questo governo di servizio.
Grazie davvero a tutti per gli auguri e l’incoraggiamento.”

Oggi la povera gente attende la liberazione dalla disperazione e dalla mancanza di lavoro

L’Italia di oggi non è ancora l’Italia sognata dai partigiani, l’Italia che dà lavoro a tutti. Sognavano un mondo diverso quei partigiani. Sognavano un mondo diverso da quello che combattevano.
Oggi il nostro Paese è in attesa. Ed è in attesa soprattutto la povera gente.
gdr_25apr13La povera gente che ha combattuto nella Resistenza per il diritto all’istruzione, al lavoro, è in attesa. L’attesa che di più ci interessa non è quella delle cancellerie europee, lo diciamo anche oggi: è l’attesa dei disoccupati, dei giovani senza lavoro, delle famiglie che non arrivano a fine mese. A quell’attesa dobbiamo dare un nuovo inizio, una risposta, dalle piazze della città italiane. La politica dovrebbe dare risposte. E oggi la politica ha anche il dovere di dare speranza. Una nuova Resistenza insieme e un nuovo inizio.

Al via i pagamenti dei crediti della PA

napolitano delrio 2012Lo sforzo e la mobilitazione della società e una buona risposta del governo dicono che il Paese unito ce la può fare.