Archivio per il tag 'tagli'

Al via i pagamenti dei crediti della PA

napolitano delrio 2012Lo sforzo e la mobilitazione della società e una buona risposta del governo dicono che il Paese unito ce la può fare.

In Campidoglio per IMU, Comuni e Spending review

L’incontro del Direttivo Anci con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, al quale abbiamo rappresentato le preoccupazioni dei Comuni italiani per la Legge di stabilità e l’Imu.
VIDEO: Direttivo ANCI in Campidoglio

La corda si è spezzata. Relazione all’Anci

Caro Presidente, creda nei Comuni, nelle loro proposte. Abbiamo dimostrato di saper sacrificare assetti consolidati, rendite di potere e di posizione perché sapevamo e sappiamo che bisogna modernizzare. Le realtà locali, i Comuni, sono, nel panorama politico ed istituzionale italiano, laboratori di innovazione, e di responsabilità.
Ponga le basi per passare dalla gestione emergenziale alla normalità.
Fissi un punto fermo su un tema a noi molto caro e che mi creda è uno dei presupposti per oltrepassare insieme uniti da una delle porte più strette della nostra storia.
Siamo qui a chiederle autonomia e responsabilità come condizioni per una autentica maturazione del nostro sistema democratico. Autonomia e responsabilità che abbiamo chiesto al Governo precedente e a quello ancora prima.
Prima soffiava forte il vento del federalismo, almeno proclamato e poco praticato, ora soffia un vento contrario e pure parlarne appare surreale. Ma bisogna capirsi. A me, piuttosto che di federalismo, piace parlare di autonomia degli enti territoriali. Così è indicata nella Costituzione, così è nella nostra storia.

La trincea dei sindaci

Graziano Delrio

Cercasi disperatamente strategie per governare i territori contro la macelleria sociale e culturale prodotta dalla destra. Lo sta facendo chi è in prima linea, a combattere una battaglia che non è fatta solo di cifre e numeri ma anche di idee e visioni della società. Sono i sindaci, esposti ormai da tempo alla mannaia del Governo. Questo è il momento delle scelte e dell’innovazione. Alcuni di loro, come Pisapia a Milano, De Magistris a Napoli e Zedda a Cagliari, si sono già distinti per i loro programmi e i primi interventi concreti. Veri e propri laboratori di carattere politico-amministrativo stanno sorgendo in Italia. E c’è anche chi prova a teorizzare una gestione della res publica partendo da “modelli” come quello emiliano che in passato ha portato ottimi frutti e che può essere “rimodulato” alla luce dei cambiamenti.