“Educazione e formazione per noi sono una priorità nei fatti”

Educazione e formazione saranno i pilastri del programma amministrativo della città di Reggio Emilia, come era nel programma di mandato 2004 e come abbiamo ribadito anche al teatro Ariosto il 31 gennaio 2009.

 

La realtà dei fatti:

 

NIDI E SCUOLE DELL’INFANZIA

 

scuola-infanzia-malaguzzi-interno-sezione.jpgAbbiamo azzerato le liste d’attesa nei Nidi e nelle Scuole dell’Infanzia grazie alla creazione di 700 nuovi posti messi a disposizione delle famiglie in questi 5 anni; abbiamo introdotto 12 fasce di reddito per nidi e 7 per le scuole d’infanzia, che hanno consentito di rendere le rette più eque e corrispondenti ai redditi delle famiglie.

E’ stato completato il Centro Internazionale dell’Infanzia “Loris Malaguzzi” con una nuova scuola dell’infanzia comunale e dove troverà sede una scuola primaria a tempo pieno, già a partire da settembre 2009, e dove verrà sperimentato un nuovo progetto continuità. Le altre nuove scuole dell’infanzia e nidi sono: scuola Martiri di Sesso, nido Giulia Maramotti,  nido Aguas Claras,

Ampliamenti e ristrutturazioni: Robinson, S. Pellegrino. Cantiere in corso scuola via Caravaggio.

 

SCUOLE ELEMENTARI

Anche rispetto alle scuole primarie si è proseguita un’opera di ristrutturazione ed adeguamento alle norme di sicurezza di numerosi edifici scolastici ed all’ampliamento e ristrutturazione delle scuole di Sesso, Pieve, Fogliano, Cà Bianca, Matilde di Canossa, Marco Polo, Dall’Aglio, Gavassa, Mancasale, Cadè, media Fontanesi, che hanno consentito di rispondere al consistente aumento di iscrizioni. Cantiere: primaria di Coviolo.

La palestra di Rivalta bando pubblicato 1 giugno 2009

La palestra di Rivalta: pubblicazione bando 1/06/2009

 

Sono già in corso di avanzata progettazione tre nuove scuole a San Prospero, al Parco Ottavi, a Bagno e si stanno completando gli studi delle proiezioni relative alle scuole medie inferiori per progettare nuove costruzioni.

Tutto ciò con risorse derivanti dal bilancio del Comune e con totale assenza da parte dello Stato.

Si è molto operato in stretto accordo con l’Ufficio Scolastico Provinciale e le Istituzioni scolastiche per qualificare l’offerta formativa su progetti relativi agli educatori per gli alunni diversamente abili, all’insegnamento dell’italiano per ragazzi stranieri,alla qualità degli arredi, delle mense e dell’educazione alimentare nelle scuole a tempo pieno, oltre all’introduzione delle nuove tecnologie.

 

UNIVERSITA’

universita.jpgRispetto all’Università, oltre ad avere dotato tutte le facoltà di sedi prestigiose ed accuratamente restaurate, è quasi completata la metropolitana di superficie che porterà al San Lazzaro ed è in corso d’appalto il primo stralcio del progetto di riqualificazione del Campus che prevederà l’accesso da via Doberdò, la realizzazione di tutti i parcheggi, le piste ciclabili e pedonali interne, l’illuminazione e l’asfaltatura della strada di congiunzione dei 6 padiglioni, la riqualificazione del verde, l’ampliamento del parcheggio Funakoshi con l’arrivo lì del Minibù.

 

PROGETTI COORDINATI sul CAMPUS SAN LAZZARO

 villa-marchi-firma-atto-per-recupero-3-301107.jpgCome Comune di Reggio Emilia abbiamo proposto e coordinato un progetto di completo recupero del padiglione Vittorio Marchi, la cui vendita tra l’altro consente di finanziare un’ala dell’Ospedale Santa Maria.

Con altri Enti abbiamo presentato a Stato e Regione la richiesta di finanziamento, già accolta, per la realizzazione di uno studentato con 46 posti letto per studenti e ricercatori. Sono inoltre previsti la mensa ed i servizi commerciali relativi al Campus, oltre alla sede del CRPA (Centro Ricerche Produzioni Animali).

 

Sono già partiti i lavori di recupero del Padiglione Lombroso, che ospiterà il museo della Psichiatria recuperando un importante pezzo della storia del S. Lazzaro e della storia della psichiatria in Italia.

 

Con l’individuazione nell’area dell’ex porcilaie della sede dell’Istituto Regionale

Zooprofilattico e nella ex colonia agricola dei laboratori della Facoltà di Agraria si potrà realizzare un qualificato polo di ricerca nel settore agrario.

Sul retro del padiglione Buccola sorgeranno i laboratori di Ingegneria, finanziati

dall’Ateneo, che consentiranno di dotare le facoltà dei centro di ricerca indispensabili per l’ulteriore qualificazione dell’Università.

 

Insieme alla Provincia ed alla Camera di Commercio abbiamo presentato alla Regione un progetto per la realizzazione di un tecnopolo per la meccatronica, le energie alternative ed il settore agro-industriale, che a partire dalle “Reggiane” si irradierà fino al S. Lazzaro e che dovrebbe essere finanziato per diversi milioni di euro.

Rispetto alla meccatronica si sono già ottenuti risultati più che soddisfacenti con i progetti Mectron ed Intermech, ma molto si può ancora fare; sulle energie alternative proprio in queste ultime settimane è stato siglato un accordo per sviluppare la ricerca tra Università di Modena – Reggio Emilia ed Enia.

 

SERVIZI AGLI STUDENTI

Anche il centro storico ha visto (in via del Consorzio e piazza Vallisneri) e vedrà (in piazzale Fiume – viale Montegrappa – Galleria Parmeggiani- via del Carbone) nuove residenze universitarie sia ad opera del pubblico che di privati.

La nostra città, insieme a Modena, si è collocata seconda nel bando nazionale per le città universitarie col progetto “MORE for student” che ci consentirà di mettere in atto numerose iniziative per rendere il nostro territorio accogliente nei confronti degli studenti universitari (wi-fi nelle residenze, sito Internet per favorire l’incontro tra domanda ed offerta per la residenza ed il lavoro, sconti sui trasporti pubblici, accoglienza matricole…).

 

Attraverso la seconda annualità del PLG, Piano Giovani Locale, promosso dal Ministero competente e di cui Reggio Emilia è stata l’unica città della Regione Emilia-Romagna ad averne beneficiato, si potrà garantire un anno di affitto gratuito ai giovani che vorranno avviare una professione in centro storico, in modo da favorire la permanenza dei laureati nella nostra città.