Dai colombi viaggiatori alla coesione sociale

Donati 2.500 euro a favore dell’integrazione dei giovani immigrati

Il Sindaco Delrio, il vice-presidente FCI Balboni, il responsabile Burani, la sig, Emma

Il Sindaco Delrio, il vice-presidente FCI Balboni, il responsabile Burani, la sig, Emma

Anche la passione per i colombi viaggiatori può contribuire alla coesione sociale. E’ accaduto lo scorso sabato 30 maggio grazie all’incontro – favorito dal Csv DarVoce e dall’Amministrazione comunale – tra la Federazione Colombofila Italiana – FCI e l’associazione Giovani con uno scopo.

All’incontro, avvenuto nella sede della stessa associazione in via Umbria, è intervenuto il sindaco Graziano Delrio. Grazie ai proventi ricavati dalle aste benefiche di colombi viaggiatori, i “colombofili” hanno donato un assegno del valore di 2.500 euro all’Associazione, impegnata da quasi un decennio per l’integrazione dei giovani immigrati di oltre dieci nazionalità africane e nel sostegno di progetti nei loro paesi di origine. L’Associazione ha collaborato con diversi Enti reggiani per tutelare le persone in difficoltà e per attivare percorsi di lingua e formazione per i loro adulti. Oggi, dopo quasi un decennio a Reggio, la comunità, senza aiuti esterni e con il solo sostegno dei fedeli è riuscita ad acquistare una sede che è anche casa di preghiera ed a ristrutturarla.

giovaniscopo6

“E’ bello che la nostra passione e il nostro hobby possano non essere fini a se stesse – ha spiegato Giancarlo Burani, presidente Ufficio Sportivo Federazione Colombofila italiana – dal 1987 ad oggi abbiamo erogato 539 mila euro ai bisognosi in tutto il mondo. Oggi, proprio per i particolari tempi di crisi, abbiamo voluto guardare dentro le mura di casa per sostenere l’impegno di questa piccola associazione che compie un lavoro importante per i giovani immigrati”.

E proprio in riferimento al lavoro di accoglienza verso i nuovi reggiani e allo spirito di comunità che anima il volontariato, il sindaco Delrio ha detto: “La comunità è come una catena, che inizia con l’attenzione di qualcun altro verso di noi, che ci ha aiutati. Voi state aiutando molto le persone e i giovani immigrati di seconda generazione, oggi venite aiutati da questi amici. Siamo orgogliosi di queste vostre azioni, significa che nella nostra città non abbiamo ‘stranieri’. Chi è nella nostra città per condurre una vita dignitosa, per educare i propri figli, per rispettare le leggi e condividere valori, per costruire insieme la nostra comunità, egli non è straniero. Straniero è chi compie il male. Viviamo assieme con un solo cuore: quello dei cittadini reggiani”.

Il Pastore evangelico Charles Affram, ringraziando il Sindaco e la Ass. Colombofili ha detto “siete un dono della Provvidenza. La colomba, simbolo di pace, è una animale senza bile, non può serbare rancore né amarezza. Il luogo migliore in cui investire è l’umanità, quindi investire in chi ci sta accanto, nel nostro prossimo: questo è lo spirito per costruire una società migliore”

darvoce_ghanesiTito Gobbi, presidente del Csv DarVoce, ha sottolineato che “il rapporto con Giovani con uno scopo, iniziato grazie al progetto Oltre le culture, prosegue oggi nel migliore dei modi all’insegna dell’apertura delle nuove associazioni di volontariato verso la città”. Gobbi ha poi ricordato che “il valore di questa donazione è un esempio per conoscere da vicino il lavoro quotidiano di tanti volontari e avvicinare i nuovi e i vecchi cittadini reggiani”.


Erano presenti, oltre al Sindaco Graziano Delrio, Carlo Balboni, vicepresidente nazionale della FCI, Gino Zanni e Silvano Nora, responsabile settore beneficenza FCI, Luca Bianchi, segretario FCI e Anzio Arati della commissione giudicante FCI. Per Csv Dar Voce il Presidente appena riconfermato Tito Gobbi e Lucia Piacentini, responsabile dell’area Prodotto.

giovaniscopo7

La visita di sabato è stata anche un momento per vedere i locali della nuova sede in via Umbria, inaugurata alla fine del 2008, ma anche per ascoltare il coro “More than conquerors”, vero motore del pomeriggio, impegnato in un’esibizione coinvolgente e di grande bellezza e che ha invitato Delrio a cimentarsi come solista nel finale “Oh Happy Day”.

giovaniscopo5