Ministro per gli Affari regionali e le autonomie. Sono onorato.

“Sono onorato di fare parte di questo governo di servizio per il Paese come Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie.
Ho accettato l’incarico assegnatomi dal presidente del Consiglio Enrico Letta e dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per portare avanti la valorizzazione del lavoro delle città, per dare compimento alla riforma federale del Paese, un federalismo lontano dai tagli lineari e vicino alle amministrazioni più virtuose, che arrivi al superamento del Patto di stabilità, e per una attuazione del principio di sussidiarietà costituzionale.”

“Sono orgoglioso di essere sindaco di Reggio Emilia, sono onorato di essere Ministro di questo governo di servizio.
Grazie davvero a tutti per gli auguri e l’incoraggiamento.”

Ministro Graziano Delrio giuramento Quirinale

2 contributi a “Ministro per gli Affari regionali e le autonomie. Sono onorato.”


  1. 1 Paolo

    Egregio sig. Sindaco, lei ha raggiunto sicuramente un obiettivo personale molto importante, io da reggiano mi vergogno che il mio Sindaco, primo cittadino di una città Medaglia d’oro della Resistenza, partecipi alla formazione di un Governo con chi ha sempre cercato di offuscare il risultato dei combattenti Partigiani, (si ricorda di averne abbracciato uno il 25 aprile in piazza?), con chi copre di ridicolo l’Italia e poi detta l’agenda politica da grande statista, con chi ha dimostrato con i fatti di disprezzare la stragrande maggioranza degli italiani e di prendersi gioco delle istituzioni che li rappresenta. Si tenga stretto il suo successo, ma i reggiani come gli italiani non capiscono e non condividono; se lei è il suo partito non lo avete ancora capito, e’ ora di aprire gli occhi e le orecchie, guardare le piazze e sentire le grida di scherno per avere spaccato il partito e disatteso le aspettative di milioni di persone. gente di sinistra che da lei e dalle altre persone che contano non si aspettavano di trovarsi a condividere ancora una volta le responsabilità con la destra e quello che rappresenta. Concludo con gli auguri di buon lavoro, sig. Ministro, glieli faccio perché so che lei è una brava persona, perché noi ne abbiamo bisogno, mi permetta di augurare anche di riuscire a mettere davanti a tutto la volontà popolare e non gli interessi personali e di partito. Con deferenza, Paolo Davoli.

  2. 2 Davide e Jozefina

    Congratulazioni per il nuovo e impegnativo incarico.
    La Sua onestà e volontà sono per noi giovani residenti reggiani un sano modello da ammirare e seguire.
    Davide Conti

I commenti sono ora chiusi.