Si chiude il 150° anniversario

rodari reggio emiliaTeatro Ariosto, stamattina, con 600 studenti delle scuole Calvino, Dall’Aglio, Dalla Chiesa, liceo Ariosto, liceo Moro, liceo Matilde di Canossa, Istituto Scaruffi, Istituto Chierici, Bus Pascal, Istituto Galvani/Iodi, Istituto Città del Tricolore e Scienze della Formazione UniMoRe. 
Sul palco lo scrittore Roberto Denti, l’attore Paolo Rossi, il musicista Vinicio Capossela.

“Ci incontriamo qui oggi a circa un anno di distanza dall’apertura delle celebrazioni per i 150 anni dell’unità d’Italia avvenuta a Reggio con il presidente della Repubblica Napolitano in un clima di festa e di senso di unità immutati. Domani a Roma come presidente dell’Anci, e quindi in rappresentanza di tutti i sindaci italiani, interverrò al Quirinale per portare il saluto delle città italiane nella giornata conclusiva delle celebrazioni. Domani infatti è il 151° compleanno della proclamazione dell’Unità d’Italia.

Credo che in questo anno di celebrazioni abbiamo dimostrato che l’idea di unità nazionale non sia un’idea di forza e di dominio, ma di collaborazione e di unità pacifica. In tanti abbiamo riscoperto e pronunciato la parola patria, qualcuno forse per la prima volta, con uno spirito di mitezza e di unità proprio perché la patria è qualcosa che ci tiene insieme senza alcuna arroganza o desiderio di predominio.
Patria è diventata una parola della nostra normale quotidianità.
Questo anno di celebrazioni e la nostra festa del Tricolore, intesa come festa di popolo, hanno avuto questo esito felice e positivo per tutti.

Oggi ricordiamo anche Gianni Rodari e il suo lavoro che unisce fantasia e logica. La creatività e la fantasia hanno sempre bisogno del rigore matematico, così come il rigore matematico e lo studio hanno sempre bisogno di fantasia e di molteplicità. Rodari inventò così una Grammatica della Fantasia che è per tutti noi un bellissimo regalo. L’esperienza di Rodari a Reggio 40 anni fa ci dà una lezione: ci dice che quando un uomo sceglie, nella propria vita e nella propria professione, di essere in mezzo alla gente comune con passione, di ascoltare i gesti dei bambini e le parole degli anziani, può nascere qualcosa di molto grande. La Grammatica della Fantasia è dunque un regalo bellissimo alla città di Reggio, ci dice come una città, nella relazione con gli altri, sia in grado di rendere le persone più libere e più ricche, aiutandole a vedere l’altro come un amico e non come un nemico. Credo che questo insegnamento di Rodari, che ci riguarda e ci tiene tutti insieme, sia uno degli insegnamenti più preziosi che ci possano accompagnare nei prossimi 50 anni verso il Bicentenario dell’Unità del nostro paese, che certo voi celebrerete. Questi insegnamenti potranno aiutarci a vivere bene insieme nella nostra patria e nella nostra città, aiutandoci a incrociare i nostri sguardi e a riconoscerci”.

primotricolore_perbluetoothAgli scolari dell’Ist. comprensivo Ligabue e dell’ VIII circolo didattico è stato donato il Primo Tricolore 2011-2061; a tutti gli studenti presenti è stata inviata l’immagine di quel Primo Tricolore con la dedica:

“Per te il primo Tricolore 2011-2061, dal 150° al Bicentenario dell’Unità d’Italia, insieme a dieci parole da vivere e custodire: LIBERTA’, DEMOCRAZIA, COSTITUZIONE, LAVORO, COMUNITA’, SOLIDARIETA’, COOPERAZIONE, UGUAGLIANZA, CITTADINANZA, EDUCAZIONE”.

0 contributi a “Si chiude il 150° anniversario”