Campagna di cittadinanza “l’Italia sono anch’io”

L'Italia sono anch'io“La Campagna per i diritti di cittadinanza L’Italia sono anch’io è una campagna culturale, nasce dal basso ed è trasversale a ogni gruppo e idea: vogliamo porre nel nostro Paese, da cui sono partiti 30 milioni di emigranti dall’inizio del Novecento, il tema del diritto di cittadinanza e di voto per coloro che vivono e lavorano in Italia da anni, provenienti da altri Paesi, e per i loro figli che qui studiano e lavorano: italiani di fatto, ma non di diritto. Non dobbiamo avere paura di percorrere la via dei diritti e dei doveri di cittadinanza, allargando questi diritti e doveri ai nuovi italiani. Per questo proponiamo la raccolta delle firme per due proposte di legge, che riconoscono diritti di cittadinanza e di voto. Alla nascita della Repubblica, si introdusse in Italia il suffragio universale, esteso alle donne, non senza timori da parte di tanti: si temeva che l’estensione del diritto di voto e una cittadinanza piena togliessero qualcosa ad altri che già possedevano tali diritti. La storia ha dimostrato l’esatto contrario. Crediamo che queste due nuove leggi, se approvate, porteranno beneficio per tutti”.

L'Italia sono anch'ioLe proposte di legge – Le due nuove leggi alla firma dei cittadini propongono l’applicazione di principi già sollecitati negli anni Novanta dalla Comunità europea per l’integrazione dei cittadini stranieri, introducendo uno ius soli temprato. In particolare: l’acquisizione della cittadinanza per i bambini e le bambine nati in Italia da almeno un genitore regolare, per coloro che arrivano in Italia entro il 10 anno di età e vi risiedano regolarmente fino ai 18 anni, per i minorenni che frequentano un ciclo di studi. Inoltre la proposta della cittadinanza verrebbe fatta al presidente della Repubblica dai sindaci e non dal ministero degli Interni e il periodo di regolarità dopo il quale chiederla passerebbe da 10 a 5 anni. La seconda proposta di legge riguarda il diritto di voto amministrativo ai lavoratori regolarmente presenti in Italia da 5 anni.

La campagna nazionale è promossa da 19 organizzazioni della società civile: Acli, Arci, Asgi-Associazione studi giuridici sull’immigrazione, Caritas Italiana, Centro Astalli, Cgil, Cnca-Coordinamento nazionale delle comunità d’accoglienza, Comitato 1° Marzo, Emmaus Italia, Fcei – Federazione Chiese Evangeliche In Italia, Fondazione Migrantes, Libera, Lunaria, Il Razzismo Brutta Storia, Rete G2 – Seconde Generazioni, Tavola della Pace e Coordinamento nazionale degli enti per la pace e i diritti umani, Terra del Fuoco, Ugl Sei e dall’editore Carlo Feltrinelli.
Presidente del Comitato promotore è il Sindaco di Reggio Emilia, Graziano Delrio.

0 contributi a “Campagna di cittadinanza “l’Italia sono anch’io””