Finalmente! La palestra di Rivalta

L’avvio dell’iter dei lavori per la PALESTRA DI RIVALTA è stato dato oggi dal sindaco Graziano Delrio e dagli assessori ai Lavori Pubblici e allo Sport Carla Colzi e Giovanni Catellani. La palestra sorgerà all’interno dell’area di proprietà dell’istituto regionale per ciechi G. Garibaldi, con accesso da via Pascal e andrà a completare un contesto che comprende già alcuni servizi sportivi all’aperto come un campo da calcio e uno, pavimentato in asfalto, per il gioco della pallacanestro, accanto a un piccolo edificio prefabbricato riservato ad uso spogliatoio.

“La comunità di Rivalta è in forte trasformazione – ha spiegato il sindaco Graziano Delrio – l’intervento della palestra, come la realizzazione della bretella sud, la ristrutturazione della Reggia e l’ampliamento del cimitero, sono studiati per seguire questa trasformazione e offrire ai cittadini migliori servizi. Reggio è la città con il più alto numero di dotazioni sportive in Emilia Romagna, ma l’esigenza di una nuova struttura sportiva nella zona rivaltese è avvertita da più di 20 anni. Oggi siamo felici di poter garantire agli insegnanti, agli studenti e all’intera comunità una palestra che faciliti le loro attività”.  

Presentazione del porgetto della palestra di Rivalta

Presentazione del progetto della palestra di Rivalta

La struttura risponderà alle esigenze delle scuole (media, superiore) della zona, degli abitanti, in particolare degli sportivi e degli studenti di Rivalta, una delle Ville più popolose della città.

 Il complesso sportivo, già servito da un percorso ciclopedonale, è stato pensato per fornire un servizio all’utenza scolastica ma soprattutto al quartiere, elaborando un progetto di palestra polivalente con una superficie di 2.098 metri quadrati. I lavori dureranno un paio d’anni, l’investimento è di 3 milioni e 150 mila euro.

 

Dotata di un foyer d’ingresso per il pubblico e per gli studenti, e di un ingresso separato per gli atleti, la palestra ospiterà un campo da calcetto regolare, basket e pallavolo, di 40 metri per 20, con una tribuna per circa 400 spettatori, oltre a locali di servizio per il pubblico, spogliatoi per arbitri e atleti, locali tecnici e depositi per le attrezzature, una sala medica e sale polivalenti.

Il volume principale del campo da gioco sarà affiancato sui tre lati ovest, nord e est da una struttura di altezza inferiore per mitigare l’inserimento della struttura in un contesto caratterizzato da edifici di altezze contenute.

La struttura sportiva sarà dotata inoltre di un importante impianto fotovoltaico la cui superficie totale sarà di circa 778 metri quadrati.

Il governo ha ammesso il progetto della palestra di Rivalta al cofinanziamento, di cui l’ammministrazione ha già approvato i progetti definitivi e deliberato la copertura finanziaria.

La palestra

La palestra

Ogni scelta costruttiva è stata operata per l’ottenimento di un rendimento energetico ottimale e ha comportato un’attenta progettazione dell’edificio, degli impianti di riscaldamento, delle fonti di energia rinnovabili e dell’involucro edilizio. Alla progettazione dello spazio interno – tesa all’ottenimento del comfort dei fruitori e al contenimento della dispersione termica – si è affiancata la realizzazione di un involucro altamente prestazionale sia nei pacchetti murari, sia nel pacchetto del manto di copertura che per contenimento dei consumi.

La costruzione della palestra di Rivalta si inserisce nel programma di riqualificazioni e nuovi insediamenti per lo sport (realizzati grazie alla collaborazione della Fondazione per lo sport, fra i quali si ricordano le riqualificazioni delle piscine di via Assalini e via Melato) e per la scuola promossi dall’Amministrazione comunale: fra gli interventi futuri quelli per le scuole elementari di San Prospero e di Bagno, la costruzione di una nuova struttura di istruzione primaria al Parco Ottavi e il progetto di ampliamento della scuola primaria di Cadè.

1 contributo a “Finalmente! La palestra di Rivalta”


  1. 1 prof. Adler Rituani

    Ho insegnato educazione fisica per 25 anni presso la scuola media Don Pasquino Borghi di Rivalta.
    Ricordo che già una ventina di anni fa il corpo docente chiedette all’allora assessore Vergalli di costruire una palestra per la scuola e la frazione. In questi decenni abbiamo avuto solo promesse: vedevamo i soldi per la palestra di Rivalta messi a bilancio e poi sparire… Anche stavolta non volevamo crederci per non illuderci di nuovo. Invece e’ vero: i soldi ci sono, il cantiere parte, tra un’anno e mezzo potremo vedere i nostri ragazzi fare ginnastica a due passi dalla scuola.
    DEVO PROPRIO DIRE GRAZIE!

I commenti sono ora chiusi.