Fare sistema contro la crisi

“Bisogna riportare il tema della crisi economica al centro dell’agenda elettorale e dell’agenda di governo – ha sottolineato oggi pomeriggio in conferenza stampa Graziano Delrio – Una crisi che morde e che il sistema industriale non può scaricare sui lavoratori, e il sistema creditizio non può scaricare sulle imprese”.

viso-sindaco_31

Si potrebbe cominciare – ha aggiunto Delrio – introducendo le detrazioni fiscali per le rette delle scuole dell’infanzia, solo a Reggio i bambini che le frequentano sono circa seimila, si parla dunque di quasi cinquemila famiglie coinvolte”.

Da Reggio Graziano Delrio lancia dunque un grido d’allarme contro l’assenza del Governo sulla crisi economica, sottolineando che “basterebbero anche delle piccole iniziative come questa per cominciare a rimettere in tasca i soldi alle famiglie e per dire che il governo, che ad oggi non abbiamo visto vicino né ai lavoratori, né alle imprese, né agli Enti locali, ha fatto qualcosa contro la crisi”.

Sul piano locale, dove la crisi non ha risparmiato di colpire anche un tessuto produttivo forte come quello reggiano, Graziano Delrio ha ricordato che le rette comunali sono bloccate dal 2006 e che attraverso le misure anticrisi messe in campo a Reggio in questi mesi i lavoratori in cassa integrazione, o che perdono il lavoro, hanno accesso alla tariffazione sociale per i servizi pubblici (una rete di aiuti per la riduzione o sospensione delle rette nelle case protette e nelle scuole dell’infanzia) mentre attraverso le misure del Fondo di finanza sociale si è dato sostegno per il pagamento delle bollette di gas e acqua e la portabilità dei mutui. Anche per sostenere le imprese sono stati attivati protocolli d’intesa con le banche per l’accesso al credito e per sostenere il lavoro delle imprese edili attraverso la manutenzioni delle opere pubbliche.

“L’impegno dei prossimi mesi in cui la crisi sarà ancora mordente sarà quello di potenziare questi strumenti – ha aggiunto Delrio – proseguendo nella tariffazione sociale, estendendo le misure di riduzione o esenzione delle rette alle scuole convenzionate Fism, consolidando il fondo di garanzia per i lavoratori in cig; ma anche nel sostegno alle imprese rafforzando i consorzi Fidi per l’accesso al credito delle aziende in difficoltà, impegnandosi per tempi di pagamento sempre più certi e accelerando i cantieri pubblici già avviati”.

Graziano Delrio ha infine sottolineato come nel medio periodo sia necessario puntare su politiche di sviluppo industriale forti: la rivisitazione del commercio, con il sostegno a nuove imprese in centro storico, ma anche nelle ville e nelle frazioni per favorire il rilancio dei negozi di vicinato e, attraverso un piano d’investimenti straordinari per la copertura di pannelli fotovoltaici, puntare sulla competitività energetica delle aziende.

0 contributi a “Fare sistema contro la crisi”